24-3-2017
Samantha Crain: 'You Had Me At Goodbye'

Samantha Crain: 'You Had Me At Goodbye'1. Antiseptic Greeting
2. Oh Dear Louis
3. Loneliest Handsome Man
4. Wise One
5. Red Sky, Blue Mountain
6. Smile When
7. Betty's Eulogy
8. Windmill Crusader
9. When The Roses Bloom Again
10. Wreck


NOTA STAMPA

Si intitola 'You Had Me At Goodbye' il nuovo album di Samantha Crain, disponibile dal 24 marzo in cd, vinile rosa e digitale.

A due anni di distanza dall'ultimo “Under Branch & Thorn & Tree” (Full Time Hobby, 2015) e composto in quattro mesi nella sua casa di Norman (Oklahoma), 'You Had Me At Goodbye' è il quinto lavoro della cantautrice statunitense, cresciuta ascoltando la collezioni di dischi del padre, piena di titoli di Dylan e Grateful Dead sino ai personaggi più influenti provenienti dal suo Stato, dal folk tradizionale di Woody Guthrie al crossover dei Flaming Lips.

'L'Oklahoma è bello, ma il mio rapporto con esso è complicato. Ci sono montagne, pianure, praterie, colline, deserti e altipiani, con una straordinaria comunità creativa di persone impegnate nell'arte visiva, nel cinema e nella musica suonata ad alto volume. Ma è uno Stato estremamente cristiano, conservatore, la gente è cordiale solo se sei bianco e non vestita in modo strano. Mi sento contemporaneamente benvenuta e alienata', dichiara Samantha.

Con un appeal da storyteller sempre molto presente e anticipato dal singolo 'Oh Dear Louis', le dieci tracce dell'album scorrono tra 'Betty’s Eulogy’, ispirata alla moglie del leggendario cowboy performer e vaudeville Cherokee-indiano Will Rogers, e 'Smile When You Call', un'ode a 'Wichita Lineman' di Jimmy Webb.

'Di solito ho un tema in mente quando inizio a scrivere per un album, ma per questo disco è stato tutto molto diverso. I miei 30 anni mi hanno aiutato moltissimo a raggiungere un approccio creativo più libero.'

Sostenuto dalla produzione visionaria di John Vanderslice (Spoon, the Mountain Goats, Strand of Oaks), e mixato da Jacob Winik (The Magnetic Fields, Hot Buttered Rum), 'You Had Me At Goodbye' e stato registrato in analogico ai Tiny Telephone Studio nella Bay Area in California, un lavoro ispirato da tutte quelle donne che agli inizi della loro carriera, come lei, hanno avuto difficoltà ad arrivare al grande pubblico, che si tratti dell'amica Dor o di Patti Smith, Cyndi Lauper e molti, molti altri come spiega Samantha:

"Questo album è dedicato e ispirata alle donne forti, indipendenti, ed è concentrato sulle donne che in qualche modo continuano ad esplodere attraverso le nubi scure del mondo dell'arte e della musica, a volte stranamente opprimente. E' dedicato a ogni donna che non ha mai cambiato la propria visione, nonostante provocasse dissenso. A ogni donna volgare, forte, intelligente e brutta".

Pubblicità

NEWS.-

DISCHI.-


CONCERTI.-

Facebook