24-3-2017
Spiral Stairs: 'Doris And The Daggers'

Spiral Stairs: 'Doris And The Daggers'1. Dance (Cry Wolf)
2. Emoshuns
3. Dundee Man
4. AWM
5. No Comparison
6. The Unconditional
7. Trams (Stole My Love)
8. Exiled Tonight
9. Angel Eyes
10. Doris and The Daggers


NOTA STAMPA

Sono passati otto anni dall’ultimo album di Scott Kannberg, aka Spiral Stairs (membro fondatore dei Pavement e dei Preston School of Industry). Oggi, Spiral Stairs annuncia l’uscita del suo secondo album “Doris and the Duggers” prevista per 24 marzo 2017 su Domino, distribuzione Self.

E’ valsa la pena di aspettare, “Doris and the Duggers” è la musica più personale ed emozionante che Kannberg abbia mai scritto riflettendo i cambiamenti di vita che si sono verificati in questi otto anni. In questo periodo Scott è stato segnato dalla perdita degli amici, ha fatto tesoro delle gioie della paternità, ha vissuto come un vero australiano e ha anche mangiato l’haggis. Tutte esperienze che hanno contribuito a rendere le nuove canzoni particolarmente calde, dolcemente melodiche e profondamente oneste.

The Real Feel, il primo album come Spiral Stairs è uscito nel 2009, proprio quando i Pavement annunciarono una serie di concerti per la riunion. Dopo questi show Scott e sua moglie si trasferirono a Brisbane, in Australia, dove cominciarono una semplice vita familiare.

Trasferitosi a Los Angeles, l’idea originale per il nuovo album era di andare agli Orbit Studios di Seattle e "registrare il tutto in una settimana, come ai vecchi tempi". Poi, un mese prima del viaggio, Scott ricevette una notizia di straziante: Darius Minwalla, che aveva suonato la batteria con i Preston School of Industry e in The Real Feel e che avrebbe dovuto partecipare alle session di Seattle, era morto improvvisamente nel sonno.

Scott fu profondamente scosso dalla notizia e passarono altri tre mesi prima che si sentisse pronto per entrare in studio. A questo punto l’album era cambiato, le canzoni erano maturate nel frattempo, diventando più lunghe e più emotive. Dopo la morte di Darius, Scott trascorse del tempo a San Francisco con l’amico cantautore Kelley Stoltz confrontandosi con lui su varie idee. “La sua influenza ha dato all’album una direzione completamente diversa”

Invece che durante il blitz di una settimana in studio, “Doris and the Duggers” è stato registrato nel corso di diverse brevi session agli Exactamundo Studios di Eagle Rock, California, con Matt Harris al basso e Justin Peroff (Broken Social Scene) alla batteria. Il trio ha inciso 30 canzoni in tutto e alcuni musicisti, amici intimi di Scott, hanno contribuito in modo fondamentale all’album. Mentre Kevin Drew, anche lui nei Broken Social Scene, canta in ‘Emoshuns’, Matt Berninger dei The National canta in ‘Exiled Tonight’ e la chitarra di Kelley Stoltz accompagna l’estiva 'AWM'.

Pubblicità

NEWS.-

DISCHI.-


CONCERTI.-

Facebook