Introducing: Sigrid
11-2-2017

(RC) Arrivano, ogni tanto arrivano quelle canzoni che vorresti non smettessero mai, per il semplice motivo che sono magnifiche. Brani che ti colpiscono allo stomaco e ti lasciano senza fiato. Oggi è toccato a me, grazie a Dio, e la canzone di Sigrid, 'Don't Kill My Vibe', continua ad andare in loop, ma Spotify non lo spengo, cascasse il mondo, nonostante mia moglie invochi un po' di tregua.

La giovanissima (20 anni) e deliziosa fanciulla in questione arriva da Ålesund, città della Norvegia, e la cosa non fa altro che confermare come in quelle terre nordiche abbiano qualcosa di magico per la creazione di veri e propri inni pop. In questo caso gli ingredienti sono il piano e la batteria bella bombata che a un certo punto entra, sostenuta da synth in crescendo: un vero e proprio climax esaltante e in un attimo si è già in ginocchio gridando: "You think you're so important to me, don't you?/ But I wanted you to know that you don't belong here / You think you're so important to me, don't you? / I tried to play it nice but / Oh-oh-oh, ooh, ooh / Don't kill my vibe".

Un fratello cantante ma una famiglia normalissima, che ha cresciuto la nostra Sigrid con ottimi esempi musicali come Joni Mitchell, Chet Baker e Neil Young e una nonna che l'ha indirizzata a suonare il piano. Se le chiedeste quali sono i suoi modelli potrebbe rispondervi Adele o i primi Coldplay, come la stessa Joni Mitchell citata prima, ma sopratutto vi dirà che tutto quello che scrive è assolutamente personale. A scuola si era già fatta notare per le sue doti di canto, ma ora è arrivata la Island Records e immaginiamo che nulla sarà più come prima. Beh, ho parlato troppo, lasciatevi incantare e speriamo che il disco arrivi presto, ne abbiamo già un disperato bisogno!




Pubblicità

NEWS.-

DISCHI.-


CONCERTI.-

Facebook