Introducing: Sky Between Leaves
15-2-2017

(RC) Quando un gruppo prende il proprio nome da un aneddoto di Jarvis Cocker, beh, diventa automaticamente da applausi. Il buon Jarvis ricordò che la prima volta che indossò gli occhiali capì che quei buchi che vedeva tra gli alberi, beh, erano, in realtà, il cielo. La band londinese/brasiliana degli Sky Between Leaves, formata da Tito Cordeiro (chitarra/voce), Brenno Balbino (basso) and Juliana Favero (batteria), è partita proprio da questo racconto per scegliere la propria ragione sociale.

In realtà il sound non ha nulla a che vedere con i Pulp, tanto per sgomberare il campo da possibili speranze, ma con l' EP d'esordio 'Klein Blues' (solo 50 copie il vinile!) siamo in territori puramente popedelici e sonici, con un ritmo che assimila anche il krautrock (l'esempio di 'Out Of Body Experience' su tutte).

La canzone che da il titolo all'EP è vicina alla sensibilità shoegaze, mentre 'Shell Beach' è più visionaria e spaziale, quasi come se gli Spiritualized si fossero avvicinati al rock cosmico tedesco. A chiudere l'EP ci pensano i riverberi oscuri e dark di 'The Joke Is Over'. Signori e signore, qui siamo davvero su altissimi livelli!




Pubblicità

NEWS.-

DISCHI.-


CONCERTI.-

Facebook