DISCHI.-

XX: 'I See You'

Voto: 8/10 "Aprendo il cuore con enorme intelligenza il trio ha saputo dare nuova vita e vigore al proprio armamentario"

Conor Oberst: 'Ruminations'

Voto: 6/10 "Sarebbe potuto essere un album decisamente migliore di quello che invece è"

Sundara Karma: 'Youth Is Only Ever Fun In Retrospect'

Voto: 7/10 "La scrittura è chiara, pulita, non particolarmente originale, ma ricca di quei ritornelli che fanno muovere"

Tears Run Rings: 'In Surges'

Voto: 8/10 "Ci prendono delicatamente per mano e ci invitano a lasciarci andare, chiudendo gli occhi e aprendo la mente"

Local Natives: 'Sunlit Youth'

Voto: 7/10 "La band ha classe e risorse per rendere anche questo disco gradevolmente ascoltabile"

Swans: 'The Glowing Man'

Voto: 8/10 "Coloro che speravano in atmosfere alienanti, altalenanti ed ossessive hanno trovato una pietra miliare"

Nine Inch Nails: 'Not The Actual Events' EP

Voto: 7/10 "Ritorno al passato con ritmi e sonorità più cupe e più in linea con il fabbisogno di sana rabbia industriale"

Palace: 'So Long Forever'

Voto: 6/10 "Si limita a replicare quello che i quattro londinesi sanno fare (e bene), ma che avevano già ampiamente dimostrato"

Kissing Party: 'Winter In The Pub'

Voto: 7/10 "Il lato malinconico e meno appariscente del Natale e di questo periodo di festa"

Holiday Crowd: 'The Holiday Crowd'

Voto: 8/10 "Fuori dal tempo e fedeli alla loro linea, gli Holiday Crowd piazzano un disco ancora una volta delizioso"

Peter Doherty: 'Hamburg Demonstrations'

Voto: 7/10 "L’esilio tedesco ha riportato alla luce il talento più genuino di Pete Doherty"

Frankie Cosmos: 'Next Thing'

Voto: 8/10 "Un disco bellissimo da ascoltare e riascoltare senza soluzione di continuità"

The Men: 'Devil Music'

Voto: 8/10 "In grado di battersi per il titolo di miglior album fracassa-timpani del 2016"

Lambchop: 'FLOTUS'

Voto: 6/10 "La sensazione di una scrittura che abbia già dato il meglio di sé e guardi ai trend del momento per restare a galla è piuttosto netta"

Man & The Echo: 'Man & The Echo'

Voto: 8/10 "La vera e propria sorpresa di fine anno questi Man & The Echo, che dal cilindro tirano fuori un disco esaltante"

Young Romance: 'Another's Blood'

Voto: 8/10 "Se la forma è soddisfatta, beh, lo stesso lo possiamo dire anche per la sostanza: ritornelli e melodie incisivi e intensi"

Green Day: 'Revolution Radio'

Voto: 6/10 "La pericolosa china discesa con l’obbrobriosa trilogia che ha preceduto questo disco l’hanno risalita alla grande"

Esben And The Witch: 'Older Terrors'

Voto: 8/10 "Una band che non applica cambiamenti rilevanti confermando l’indubbio valore"

Hope Sandoval & The Warm Inventions: 'Until The Hunter'

Voto: 7/10 "Nessuna particolare novità nel sound, ma una collezione di episodi suggestivi"

Michael Kiwanuka: 'Love & Hate'

Voto: 8/10 "Mescolando gli ingredienti di ricette tra le più classiche si aggiudica la palma di lavoro pop dell’anno"

Hooton Tennis Club: 'Big Boxes Of Chocolates'

Voto: 7/10 "Operazione 'nostalgia canaglia' infiocchettata a dovere con una sfilza di pezzi nostalgici"

Band Of Horses: 'Why Are You OK'

Voto: 6/10 "Vive di episodi, ha il merito di non stancare anche dopo ripetuti ascolti, ma in certi punti risulta davvero innocuo"

Juliette Lewis: 'Future Deep' EP

Voto: 6/10 "L'idea che si cela dietro questo EP è intrigante sulla carta, ma sviluppata in modo troppo evanescente"

My Vitriol: 'The Secret Sessions'

Voto: 6/10 "Si è decisamente affievolita la freschezza e la capacità di generare empatia"

John K. Samson: 'Winter Wheat'

Voto: 7/10 "Di queste canzoni due o tre le avremmo scartate, e avremmo ottenuto l'album perfetto"

EZTV: 'High In Place'

Voto: 7/10 "La via più lineare e classica per dispensare melodie dal colore pastello e un sapore vagamente malinconico"

Slaves: 'Take Control'

Voto: 6/10 "Un album che fa ancora una volta della banalità il proprio vanto e che vale un ascolto senza grosse pretese"

Honeyblood: 'Babes Never Die'

Voto: 7/10 "Le potenzialità si intravedevano già nell'esordio, ma ora sono state definitivamente messe in luce"

Toy: 'Clear Shot'

Voto: 7/10 "I continui innesti di novità e soluzioni che i ragazzi hanno infilato in ogni brano ne fanno forse il loro disco più particolare"

Mitski: 'Puberty 2'

Voto: 8/10 "Vitalità indie-rock che guarda solo e sempre alle emozioni, e Mitski mette sul piatto una sensibilità disarmante"

Pubblicità

NEWS.-

DISCHI.-


CONCERTI.-

Facebook