DISCHI.-

Who Is She?: 'Seattle Gossip'

Voto: 7/10 "Una manciata di minuti senza pensieri per godere di canzoni dall’ottima sensibilità melodica"

Boss Hog: 'Brood X'

Voto: 7/10 "Bisogna dare loro atto di aver provato qualcosa di diverso, e il risultato li ha premiati"

Shout Out Louds: 'Ease My Mind'

Voto: 7/10 "Essendo gli Shout Out Louds maestri nello scrivere canzoni, l'obiettivo è raggiunto con ampia sufficienza"

Wolf Parade: 'Cry Cry Cry'

Voto: 8/10 "Raggiunto il traguardo di scuotere le membra e la coscienza dell’ascoltatore, qualsiasi ulteriore addizione critica è superflua"

Florist: 'If Blue Could Be Happiness'

Voto: 8/10 "Il punto di forza dei Florist è la grandissima capacità di esprimere emozioni e sensazioni"

Tori Amos: 'Native Invader'

Voto: 7/10 "Nessuno, neanche tra i fan più accaniti, si sarebbe aspettato una resurrezione. Invece..."

Protomartyr: 'Relatives In Descent'

Voto: 8/10 "Ideale unione di un sound già collaudato e una riflessione sempre più personale sullo stato delle cose"

Liars: 'TFCF'

Voto: 7/10 "Occorre dare atto a questo lavoro di possedere coraggio e di tenere in vita il moniker Liars"

Ariel Pink: 'Dedicated To Bobby Jameson'

Voto: 6/10 "Risulta tutto canonicamente piacevole, e quindi anche prevedibile, telefonato"

Alt-J: 'Relaxer'

Voto: 6/10 "Con questa terza prova il loro castello folktronico comincia a registrare qualche segno di cedimento"

Pains Of Being Pure At Heart: 'The Echo Of Pleasure'

Voto: 7/10 "Kip Berman non vuole fare alcuna rivoluzione, ma è sempre capace di scrivere ottime melodie"

Black Grape: 'Pop Voodooo'

Voto: 8/10 "Shaun & Kermit ci riportano a 20 anni fa ma senza farci sentire fuori luogo o fuori moda"

Paul Weller: 'A Kind Revolution'

Voto: 7/10 "Ha semplicemente ripercorso il suo sconfinato songbook tirandone fuori brani di spessore e coinvolgenti"

Horrors: 'V'

Voto: 9/10 "A una così variegata selezione di umori, toni, influenze e riferimenti coincide sempre un carico emozionale poderoso"

Brand New: 'Science Fiction'

Voto: 8/10 "Approdando dunque ad un alt-rock più generalista, i Brand New hanno siglato un disco comunque splendido"

Killers: 'Wonderful Wonderful'

Voto: 6/10 "Un tentativo di tradurre le dinamiche complesse della vita adulta in pulsioni elementari"

Dream Syndicate: 'How Did I Find Myself Here?'

Voto: 8/10 "Quasi tutte le canzoni di questo LP non avrebbero sfigurato nei primi due album dei Dream Syndicate"

Thee Oh Sees: 'Orc'

Voto: 8/10 "Se la qualità sarà sempre a questi livelli, il prossimo lavoro degli Oh Sees lo accoglieremo a braccia aperte"

Starsailor: 'All This Life'

Voto: 7/10 "Non guadagneranno certo nuovi fan con questo disco, però lasceranno quasi sicuramente soddisfatti i loro fedelissimi"

Kommode: 'Analog Dance Music'

Voto: 8/10 "Il miglior disco che possiate scegliere per osservar sfumare via l'estate, di sorso di mojito in sorso di mojito"

Dirty Projectors: 'Dirty Projectors'

Voto: 5/10 "Uno sperimentalismo che a tratti è molto fine a se stesso in quanto incapace di creare empatia"

National: 'Sleep Well Beast'

Voto: 9/10 "Quando suoni, sensazioni, emozioni uguali e contrari sono così incisivi e credibili, si può parlare di capolavoro"

Alvvays: 'Antisocialites'

Voto: 8/10 “Unione perfetta di bellezza estetica, valenza artistica e genuinità emotiva”

Mogwai: 'Every Country’s Sun'

Voto: 7/10 "Registriamo con soddisfazione il ritorno di una band che non abbassa mai la guardia"

Magnetic Fields: '50 Song Memoir'

Voto: 7/10 "Un ascolto che lascia storditi ma contenti; un divertente ottovolante in cui si è costantemente colti di sorpresa"

Everything Everything: 'A Fever Dream'

Voto: 7/10 "Pur ritrovando la maturità scrittoria ed esecutiva raggiunta due anni fa, non è percorso dall’ispirazione di quei tempi"

Neon Waltz: 'Strange Hymns'

Voto: 8/10 "Si possono ancora usare certi canoni del brit-rock per fare canzoni che sanno intrigare ed emozionare"

Cribs: '24-7 Rock Star Shit'

Voto: 6/10 "Un album che piacerà sicuramente ai fan ma che non ci convince pienamente"

LCD Soundsystem: 'American Dream'

Voto: 9/10 "Impeccabile in ogni aspetto, con la semplicità e la fluidità che solo i classici possiedono"

Districts: 'Popular Manipulations'

Voto: 7/10 "Se dieci anni fa dischi come questo erano all’ordine del giorno, oggi sono merce rara"

Pubblicità

NEWS.-

DISCHI.-


CONCERTI.-

Facebook