DISCHI.-

Saint Etienne: Home Counties

Voto: 6/10 "Un disco che vivrà forte nei cuori del ‘Commonwealth’, meno in quelli europei."

Pete Fij & Terry Bickers: 'We Are Millionaires'

Voto: 8/10 "Le canzoni si avvolgono di una magia senza tempo che le rende classici immediati"

Public Service Broadcasting: 'Every Valley'

Voto: 7/10 "In qualche modo la musica e le parole di questo LP riescono davvero a sostituire la presenza di immagini"

Manchester Orchestra: 'A Black Mile To The Surface'

Voto: 8/10 "La capacità della band di catturare completamente l'attenzione di chi ascolta non viene mai meno"

Arcade Fire: 'Everything Now'

Voto: 7/10 "Con i suoi alti e bassi, è un album che vibra di vita propria. Dividerà critica e pubblico come mai prima d’ora"

Panda Riot: 'Infinity Maps'

Voto: 8/10 "Poco da fare, per chi vi scrive siamo di fronte all'album shoegaze dell'anno. Null'altro d'aggiungere"

Strypes: 'Spitting Image'

Voto: 7/10 "Probabilmente è giunto, per il quartetto irlandese, il momento di sviluppare una propria identità"

LANY: 'LANY'

Voto: 6/10 "La certezza è che i nostri, allungando minutaggio e numero di canzoni, abbiano un po' perso la bussola"

Marika Hackman: 'I'm Not Your Man'

Voto: 8/10 "Un grande coraggio: non ha solo cambiato il suo sound, ma ha anche saputo aprirsi e raccontare di se stessa"

Feist: 'Pleasure'

Voto: 9/10 "Le liriche intense impiantante in questa tracklist potrebbero indirizzare i codici linguistici del cantautorato odierno verso nuovi orizzonti"

Star Tropics: 'Lost World'

Voto: 6/10 "Soluzioni fin troppo scolastiche e 'telefonate' a farla da padrone, seppure le melodie non manchino mai"

Broken Social Scene: 'Hug Of Thunder'

Voto: 8/10 "Combina alta qualità e inventiva musicale a impegno caparbio e devozione ad una causa"

Alex G: 'Rocket'

Voto: 6/10 "Un album di piacevole ascolto, ma troppo frammentario e dispersivo per sopravvivere ad un giudizio critico"

Amazons: 'The Amazons'

Voto: 5/10 "Dall'alto (o dal basso?) della loro esuberanza giovanile riescono giusto ad accendere un petardo"

Waxahatchee: 'Out Of The Storm'

Voto: 8/10 "Una ragazza matura di 28 anni, che sta cercando ancora una volta di evolversi e di reinventarsi"

Stellarscope: 'Standing In The Shadow Of Your Ghost'

Voto: 7/10 "La capacità di coinvolgerci e catturarci con la loro oscurità è innegabile"

Sun Kil Moon: 'Common As Light And Love Are Red Valleys Of Blood'

Voto: 5/10 "Un lavoro figlio di un percorso non lineare, di un autore diventato auto-indulgente e strabordante"

Peter Perrett: 'How The West Was Won'

Voto: 8/10 "Forti di ritornelli formidabili potrebbero essere confuse per hit di chissà quando"

Lorde: 'Melodrama'

Voto: 6/10 "Alla fine dell'ascolto ci chiediamo: è davvero questo il futuro della musica?"

Washed Out: 'Mister Mellow'

Voto: 7/10 "Una mezz’ora di buona musica, un lavoro assolutamente riuscito per come è stato progettato"

Dan Auerbach: 'Waiting On A Song'

Voto: 8/10 "Un divertissement, ma lascia trapelare la grandezza di Dan come arrangiatore"

Drums: 'Abysmal Thoughts'

Voto: 7/10 "Si mostra all'ascoltatore con i suoi pregi e i suoi difetti, ma senza nascondersi dietro al classico dito"

Flowers Must Die : 'Kompost'

Voto: 8/10 “Una band straordinaria, capace di adottare soluzioni difficilissime con una facilità impressionante”

Cende: '#1 Hit Single'

Voto: 7/10 "Una serie di pezzi freschi e gradevoli, interpretati con stile e d'impatto immediato"

Ani DiFranco: 'Binary'

Voto: 8/10 "La DiFranco riesce di nuovo a parlare alla mente e al cuore di chi l’ascolta"

Royal Blood: ‘How Did We Get So Dark?’

Voto: 6/10 "Calcolando i tre anni di attesa, i due brightoniani avrebbero sicuramente potuto fare di meglio"

Cigarettes After Sex: 'Cigarettes After Sex'

Voto: 5/10 "Il problema di questo disco è più che lampante: c'è un brano solo ripetuto per ben 10 volte"

Kevin Morby: 'City Music'

Voto: 8/10 "Un disco destinato a rimanere a lungo, poiché le sue canzoni hanno una qualità senza tempo"

Popguns: 'Sugar Kisses'

Voto: 7/10 "Niente di nuovo sotto il sole, solo quel delizioso guitar-pop che non passa mai di moda"

Do Make Say Think: 'Stubborn Persistent Illusions'

Voto: 9/10 "Rifugge gli stilemi del genere e fa dell’imprevedibilità il suo tratto distintivo"

Pubblicità

NEWS.-

DISCHI.-


CONCERTI.-

Facebook