The Men: 'Devil Music' (2016)
We Are The Men

Voto: 8/10

The Men: 'Devil Music' (2016)

"In grado di battersi per il titolo di miglior album fracassa-timpani del 2016"

di Daniele Cardarelli

Genere: post-hardcore, punk-rock, noise-rock.

Protagonisti: Mark Perro (voce e chitarra), Nick Chiericozzi (voce e chitarra),Rich Samis (batteria) e Kevin Faulkner (basso).

Segni particolari: sesto album in studio per il combo di Brooklyn, il primo inciso per la propria etichetta We Are The Men dopo il lungo sodalizio con la Sacred Bones.

Ingredienti: addio al clima da coperta e chitarra davanti a un falò in spiaggia che si respirava in 'New Moon', ma addio anche alla formula standardizzata da anthem classic-rock a cui attingeva il precedente 'Tomorrow's Hits'. Per suonare la loro musica del diavolo i Men ritornano al suono delle origini, a quella miscela esplosiva e putrida di post-hardcore e punk che li portò a uscire dai tombini dell'underground newyorchese nell'esordio 'Immaculada' del 2010.



Densità di qualità: involuzione sonora? Voglia di tornare all'ovile? Basta l'impeto marziale dell'intro dell'opener 'Dreamer' per fugare qualsiasi dubbio. I Men sono tornati per dare speranza a chi ancora crede a un hardcore-punk fatto di voci catramose, pedalini schiacciati con scarponi da trekking, assoli marci e basso legnoso. Polverizzano qualsiasi cosa gli si pari davanti e si vestono di un'insolita aurea occulta per raccontare storie disagiate, anche quando il ritmo riprende un po' di fiato come nella splendida fuga fugaziana di 'Gun'. L'isterismo indomabile di 'Crime', la disperazione che si fa urgenza in 'Violate' e il magma noise che bolle nella conclusiva 'Fire' ci riconsegnano i Men come una delle punte più acuminate della scena hardcore statunitense in grado di battersi ad armi pari con i gallesi Future Of The Left per il titolo di miglior album fracassa-timpani del 2016.

Velocità: 10 tracce in 34 minuti di musica sparata a velocità folle.

Il testo: “Good God, I gotta relax my face!” da ‘Crime’.

La dichiarazione: “Con questo disco abbiamo voluto trasmettere qualcosa di piacevole di noi stessi da ascoltare, qualcosa che avesse la nostra personalità, non è solo un altro disco da recensire, da suonare nei festival e in TV, o da considerare come un gioco senza vittorie” così la band a proposito di 'Devil Music' sul proprio sito.

Il sito: Themen.bandcamp.com


Pubblicità

NEWS.-

DISCHI.-


CONCERTI.-

Facebook