Laura Marling: 'Semper Femina' (2017)
More Alarming

Voto: 8/10

Laura Marling: 'Semper Femina' (2017)

"L'album della completa maturazione, nove canzoni di assoluta bellezza"

di Giovanni Aragona

Genere: cantautorato, folk-rock.

Protagonisti: Laura Marling (voce, chitarra), Blake Mills (produzione). Tanti gli ospiti: Haim, Karen Elson, Vanessa Parr, Dolly Parton, Shura e Emmylou Harris.

Segni particolari: album numero sei della cantautrice britannica, pubblicato dalla sua etichetta, la More Alarming Records, e preceduto dal singolo 'Shooting'. 'Semper Femina' è una citazione del quarto libro dell'Eneide di Virgilio, "un pretesto", dice la Marling, che le è servito per costruire un accurato diario su di una donna scritto da un punto di vista maschile.

Ingredienti: autoanalisi e cantautorato impegnato, sono i due elementi principali di questo nuovo lavoro, che si distanzia di molto rispetto al suo ultimo elettrico 'Short Movie' del 2015. Se nel precedente la carica elettrica e i reverberi noise sono costanti, 'Semper Femina' abbandona il rumorismo per un delizioso e maturo viaggio sonoro che rasenta il primordiale concetto di musica da camera. Le canzoni proposte si muovono su di una forte impalcatura sonora, costruita da ipnotici suoni basso-chitarra e da sensuali atmosfere, create da una voce limpida e cristallina e da violini che sembrano estensioni del corpo della cantautrice. Un disco piacevolmente imprevedibile e mutevole, come del resto l'universo femminile.



Densità di qualità: l'album si apre con 'Shooting', una sofisticata e sensuale ballad dai bassi ipnotici che sfocia in un turbine intenso di latente nevrosi. In 'Wild Once' il tessuto strumentale diviene minimale, ma eccezionale in potenza vocale; onirica e decostruita, diventa un caldo e allo stesso tempo introverso requiem amoroso. 'Don't Pass Me By' sposa la melodia di Joni Mitchell, lo stile strutturale tanto nipote di Van Morrison, tanto figlio di Elliott Smith e del trip-hop, in un comparto sonoro perfetto, con un arpeggio di chitarra malinconico e dei suoni surreali che sfociano in una crepuscolare confessione d'amore. In 'Next Time', di cui consigliamo la visione del bellissimo video, le acrobazie della voce e la magia sonora dell'arpa conducono dritti nell'esplosione finale di di violini, che danno la sensazione ultima di liberare la Marling dai suoi personali fantasmi interni. Li ritroviamo nel testo della melodia folk di 'Nouel', sostenuta da un lieve arpeggio di chitarra, che si dipana in una filastrocca orecchiabile ed efficace. Importante è il lavoro condotto magistralmente da Blake Mills, che non echi e riverberi rafforza il percorso evolutivo di questa notevole cantautrice. Spesso la Marling è stata accusata di aver bruciato troppo in fretta le tappe e di essersi troppo concentrata solo nel suo mondo, di esser troppo sfacciatamente intellettuale e di dar poco spazio a visibilità e mondanità. Laura è però una donna che ha trovato nel coraggio, nella capacità di rivelarsi e nello spiegare i rapporti tra donne, le sue armi migliori. La sua musica è diventata una sorta di diario all'interno del quale appuntare pezzo dopo pezzo frammenti di intimità e riflessioni ampie sull'esistenzialismo che governa tanti rapporti umani. 'Semper Femina' è l'album della completa maturazione di questa cantautrice inglese, che con un sound semplice e diretto confeziona 9 canzoni di assoluta bellezza.

Velocità: 41 minuti di lente riflessioni, di bilanci, di attese e di nuda autoanalisi.

Il testo: in 'Don't Pass Me By' Laura scende molto in profondità, scavando sempre di più nei conflitti: "Please don’t pass me by I go walking but I don’t know why I can’t get you off of my mind Can you love me if I put up a fight?" sono parole toccanti, soffocate, vomitate da una voce sottile che mette i brividi.

La dichiarazione: la Marling afferma a 'Thefader.com': "Ho iniziato a scriverlo come fosse un racconto di un uomo sulle donne, ma ben presto ho realizzato che quell'uomo ero io. Non devo fingere di essere un uomo per giustificare l'intimità che provo per le donne o il modo in cui le guardo e le sento."

Il sito: Lauramarling.com


Pubblicità

NEWS.-

DISCHI.-


CONCERTI.-

Facebook