Strypes: 'Spitting Image' (2017)
Virgin

Voto: 7/10

Strypes: 'Spitting Image' (2017)

"Probabilmente è giunto, per il quartetto irlandese, il momento di sviluppare una propria identità"

di Sergio Appiani

Segni particolari: i quattro ragazzi di Cavan (Irlanda), nonostante giovanissimi, sono al loro terzo LP, che giunge dopo il brillante e incisivo debut-album 'Snapshot' del 2013, con marcate influenze rhythm and blues/rock, e il successivo (2015) 'Little Victories' che, musicalmente parlando, li ha sbalzati di 40 anni avanti (i riferimenti a Kasabian ed Arctic Monkeys si sprecarono).

Ingredienti: diciamo subito che il clima che si respira è quello fine anni '70 ed inizio anni '80, periodo in cui la scena Mod riapparve nel Regno Unito. Brani come la opening-track 'Behind Closed Doors' e la pimpante '(I Need A Break From) Holidays' ci accompagnano nel nostro viaggio in Lambretta per le vie di Cavan, almeno per questo giro. Ross Farrelly e soci ci portano anche in atmosfere Fab Four, come con 'Easy Riding', che potrebbe essere stata scritta e cantata da McCartney nel '64. Il singolo 'Great Expectation', con solo di sax nel finale, è una hit che Bob Dylan canterebbe più che volentieri. Il lignaggio artistico della band fa il suo lavoro in 'Garden of Eden' e 'Oh Cruel World' dove le influenze rhythm and blues che caratterizzarono il primo album tornano prepotenti.



Densità di qualità: gli Strypes dimostrano di essere una band con enormi potenzialità, fino ad oggi i loro lavori non hanno mai deluso ma probabilmente è giunto, per il quartetto irlandese, il momento di sviluppare una propria identità, trovare quegli stimoli per sviluppare un sound alternativo e riconoscibile. Questo può comportare qualche rischio, ma siamo di fronte ad un bivio: da un lato il grande salto verso una possibile consacrazione, dall'altro il finire risucchiati 'nel gruppo', dove, ovvio, si pedala facendo molta meno fatica ma si perde l'occasione d'indossare la prestigiosa maglia e, peggio ancora, il bacio delle Miss.


Pubblicità

NEWS.-

DISCHI.-


CONCERTI.-

Facebook