Loading
Indie-Roccia.it

DISCHI

Acquistalo su The Dandy Warhols - Odditorium or Warlords of Mars

Dandy Warhols: Odditorium Or Warlords Of Mars (2005)

dischi collegati

concerti collegati

news collegate

Dandy Warhols: Odditorium Or Warlords Of Mars (2005 - Capitol)

L'album che vuole essere della rinascita per i Dandies, e che è anche un ritorno alle origini. Alla fine si rivela la conferma di una band grande a metà

di Cristiano Gruppi

  il giudizio: 5/10

GENERE: psychedelic indie pop
PROTAGONISTI: Courtney Taylor-Taylor (voce, chitarra), Peter Holmstrom (chitarra), Zia McCabe (tastiere), Brent De Boer (batteria).
SEGNI PARTICOLARI: l'album che vuole essere della rinascita per i Dandies, e che è anche un ritorno alle origini. Alla fine si rivela la conferma di una band grande a metà.
INGREDIENTI: 40% pop, 30% prog-rock, 10% folk, 20% cazzeggio.
DENSITA' DI QUALITA': quello che i Dandy Warhols dovrebbero fare è prendersi per quello che sono, ossia grandi scrittori di divertenti canzoncine indie pop. In questo disco ci sono pezzi che dimostrano che "Bohemian Like You" non era un caso: su tutte "All The Money Or The Simple Life Honey" e l'accattivante "Down Like Disco", ma anche, un gradino sotto, il singolo "Smoke It", e l'esperimento folk "The New Country". I problemi arrivano quando Courtney Taylor-Taylor e soci vogliono fare a tutti i costi gli artisti underground, quasi come se fossero perennemente in competizione con i Brian Jonestown Massacre a chi fa più l'alternativo (come nel documentario "Dig!" vincitore del sundance Film Festival del 2005). Se avessero contenuto i minutaggi evitandosi improbabili jam session (che compaiono sempre sul più bello, come la pubblicità in un film su Canale 5), saremmo realmente di fronte a una seconda giovinezza del gruppo di Portland e a un disco piacevole. Invece "Odditorium..." è un album che è difficile riusicre ad ascoltare fino in fondo senza saltar traccia almeno una volta.
VELOCITA': si corre di buona lena fino a che ci si perde in qualche parte strumentale e non si trova più la strada di casa.
LA FRASE: "By the time such luminaries as Gene Vincent, Elvis Presley and B.B. King had heard this new Warhols Sound, they were calling it Rock and Roll", da "Colder Than The Coldest Winter Was Cold", intro dell'album recitato da Bill Kurtis.
LA DICHIARAZIONE: "Dio benedica la Vodafone per aver messo la nostra canzone nei loro spot" Brent De Boer
IL SITO: www.dandywarhols.com