Le news del weekend: The Network, Postdata, Dry Cleaning, Smashing Pumpkins, We Are Scientists


Chi siano in realtà i Network (c’è chi dice un side-project segreto dei Green Day, ma loro hanno sempre smentito) non si sa, ma ciò che è certo è il loro ritorno sulle scene, avvenuto ieri con un EP intitolato ‘Trans AM‘. Si tratta di quattro brani che anticipano ‘Money Money 2020 Part II: We Told Ya So!‘, il loro nuovo album che riprende il titolo dell’unico sinora pubblicato, che si chiamava ‘Money Money 2020‘ ma che era uscito ben 17 anni fa, nel 2003. I sei supposti membri del gruppo seguitano nel loro revival new wave, che avrà pieno compimento il 4 dicembre, quando via Warner (guarda caso la stessa major che pubblica i Green Day) arriverà il loro sophomore.


Altro progetto parallelo, in questo caso di Paul Murphy dei Wintersleep, sono i Postdata, che il 5 marzo per Paper Bag Records prossimo pubblicheranno il loro terzo LP, ‘Twin Flames‘. Descritto come “il loro disco più intimo e fuori dal tempo“, è anticipato dalla title-track, brano che inizialmente doveva essere uno strumentale acustico, ma che poi si è visto aggiungere uno spoken-word alla Arab Strap.


Sembra siano finalmente maturi anche i tempi per un album dei Dry Cleaning, che sarebbe tra l’altro il loro esordio dopo due corposi EP usciti nel 2019 (‘Boundary Road Snacks And Drinks‘ e ‘Sweet Princess‘). Del resto, la band londinese ha appena firmato un accordo con la prestigiosa 4AD, per la quale ha fatto uscire il primo singolo, ‘Scratchcard Lanyard‘, che ha tutta l’aria di essere un’anticipazione, peraltro molto interessante, del loro primo LP.


Album di cui invece si sa da tempo è ‘Cyr‘ degli Smashing Pumpkins, che venerdì sono arrivate a condividerne gli estratti numero 9 e 10. Si tratta di ‘Purple Blood‘ e ‘Dulcet in E.‘, che seguono i vari ‘Ramona‘, ‘Anno Satana‘, ‘Birch Grove‘, ‘The Colour Of Love‘, ‘Confessions of a Dopamine Addict‘, ‘Wrath‘ e ‘Cyr‘, e anticipano di una settimana il doppio LP, previsto per venerdì prossimo, che uscirà per Sumerian Records.



I We Are Scientists, dal canto loro, sono già al secondo singolo del 2020: ‘Fault Lines‘, pubblicato venerdì, segue ‘I Cut My Own Hair‘, uscito a maggio. I due brani fanno pensare ci possa essere all’orizzonte un nuovo LP anche loro, la cui ultima pubblicazione sulla lunga distanza è stata ‘Megaplex‘ del 2018.


Lascia un commento


Indie-Rock.it è un blog personale ideato e redatto da Cristiano Gruppi.
È stato fondato a dicembre 2005 e 'ricondizionato' a febbraio 2018.
Intende trattare esclusivamente di rock alternativo internazionale.
NON si occupa, dunque, di artisti italiani.