Le news di oggi: Kings Of Leon, Nick Cave, Bell Orchestre, TV Priest, Faris Badwan


Dopo una lunga serie di teaser, i Kings Of Leon hanno finalmente ufficializzato quello che sarà il loro nuovo album: ‘When You See Yourself‘ uscirà il 5 marzo per RCA è conterrà 11 brani, tra cui i primi due diffusi per intero: ‘The Bandit‘ e ‘100,000 People‘ (entrambi non male, soprattutto rispetto alle loro ultime cose, ndr). Il successore di ‘Walls‘ (2016) sarà l’ottavo LP in carriera per il quartetto formatosi a Franklin (Tennessee), il loro primo in quasi quattro anni e mezzo.



Non dovrebbe mancare moltissimo neanche al nuovo album di Nick Cave. È stato lo stesso musicista australiano a confermarlo, con un post sul proprio blog personale ‘The Red Hand Files‘. Cave ne ha rivelato addirittura il titolo, ‘Carnage‘, ma non molto altro: “Sono stato in studio a fare un disco“, ha scritto, aggiungendo di aver lavorato, come di consueto, con il fido Warren Ellis. Resta da capire del disco sarà accreditato solamente a sé o anche ai Bad Seeds.


Sarà “un unico lungo pezzo” il nuovo album dei Bell Orchestre, spin-off degli Arcade Fire di cui fa parte Richard Reed Parry oltre all’ex violinista Sarah Neufeld. Arriverà il prossimo 19 marzo per Erased Tapes/Envision Records, a oltre 12 anni di distanza da ‘As Seen Through Windows‘, l’ultimo lavoro del collettivo canadese uscito nel 2009. ‘House Music‘, questo il titolo del nuovo LP, è caratterizzato da un pattern ritmico (per l’appunto) house, costantemente tra i 120 e i 130 bpm, sul quale i musicisti coinvolti (oltre ai due citati anche Pietro Amato, Michael Feuerstack, Kaveh Nabatian e Stefan Schneider) hanno improvvisato arrivando a formare una lunghissima suite che poi hanno diviso in dieci parti. Una di esse, ‘Movement‘, è stata anticipata oggi.


Tra le 13 nuove band in cui crederci abbiamo convintamente inserito i TV Priest che, è ormai noto da tempo, esordiranno su album il 5 febbraio con ‘Uppers‘. Del disco, che verrà pubblicato da Sub Pop, è stato svelato un nuovo estratto: ‘Press Gang‘ è “molto rumorosa” e incentrata sul cambiamento di prospettiva generato dall’avvento dei nuovi media. Al brano è associato un video diretto da Joe Wheatley con protagonista il frontman Charlie Drinkwater.


Sono passati più di tre anni dall’ultimo album degli Horrors, ma Faris Badwan sta per riprendere a diffondere musica con continuità: lo farà attraverso una serie di 12″ in cui in ciascuno collaborerà con un diverso musicista. Della prima uscita fa parte un brano di oltre 9 minuti intitolato ‘Boiling Point‘; è stato realizzato insieme al chitarrista John Coxon, già membro degli Spring Heel Jack e ora negli Spiritualized.


Lascia un commento


Indie-Rock.it è un blog personale ideato e redatto da Cristiano Gruppi.
È stato fondato a dicembre 2005 e 'ricondizionato' a febbraio 2018.
Intende trattare esclusivamente di rock alternativo internazionale.
NON si occupa, dunque, di artisti italiani.