Le news di oggi: Paul Weller, Firenze Rocks, Latitude, Caribou, Tame Impala, Khruangbin


Verrebbe da definirla un’estate all’insegna di Paul Weller quella del prossimo anno, giacché l’ex Jam e Style Council sarà in Italia per ben cinque date. Il cantautore inglese si esibirà mercoledì 22 luglio al Pordenone Blues Festival, venerdì 24 per Rock In Roma all’Auditorium Parco della Musica, sabato 25 al Locus Festival di Locorotondo (BA), lunedì 27 al MusArt Festival di Firenze e martedì 28 al GruVillage Festival di Grugliasco (TO). Al netto di diritti e commissioni, i biglietti in prevendita (a breve attiva su Ticketone) costano 35 euro per la data friulana e quella pugliese, tra 30 e 50 euro per il concerto romano, tra 30 e 55 euro per quello fiorentino e 20 euro per lo show piemontese.


Aggiornamenti per Firenze Rocks, e nello specifico per la giornata che vedrà headliner i Green Day con i Weezer come più importante supporto. Saliranno sul palco della Visarno Arena giovedì 11 giugno anche Yungblud, Saint Phnx ma soprattutto Amyl And The Sniffers. Prezzi dei biglietti invariati, 56 euro più diritti e commissioni che salgono 65 se si volesse accedere alla zona del pit.


Prima parte della line-up svelata anche per il Latitude Festival, dal 18 al 21 luglio a Henham Park, nel Suffolk, Inghilterra. Haim, Liam Gallagher e Chemical Brothers saranno gli headliner, seguiti in cartellone da Micheal Kiwanuka, Keane, Lumineers, James Vincent McMorrow, Local Natives, Futureheads, Girl Ray, Charli XCX, Phoebe Bridgers, Marika Hackman e tanti altri. Gli abbonamenti, di cui ancora non si conosce il costo, saranno in prevendita da venerdì.


Arriverà il 28 febbraio via Merge Records ‘Suddenly‘, l’atteso nuovo LP di Caribou. Composto da 12 tracce, verterà soprattutto sulle relazioni con i famigliari più stretti. Era già stato anticipato dal singolo ‘Home‘ qualche settimana fa, ora è la volta di un altro pezzo, ‘You And I‘, che è un un imprevedibile electro-pop venato di soul.


Un altro estratto da ‘The Slow Rush‘, il nuovo album dei Tame Impala, è di dominio pubblico: si tratta di un brano intitolato ‘Posthumous Forgiveness‘ che tiene fede al titolo del disco dispiegandosi molto lentamente. Sarà in scaletta così come altri due estratti resi noti di recente, ‘It Might Be Time‘ e ‘Borderline‘.


Finalmente i Khruangbin hanno trovato un vocalist: si tratta di Leon Bridges, che insieme a loro ha inciso un EP intitolato ‘Texas Sun‘. “Un viaggio attraverso reminiscenze nostalgiche, romanzi da sedile posteriore e contemplazioni a tarda notte“, lo descrive la press-release. Composto da quattro tracce, uscirà il 7 febbraio per Dead Oceans/Columbia Records/Night Time Stories Ltd, ed è anticipato dalla title-track.


Lascia un commento