Le news di oggi: Shame, Ani Di Franco, Chris Baio, Weather Station, Postal Service


È finalmente ufficiale il secondo album degli Shame. Come si può evincere dalla copertina qui sopra, si intitolerà ‘Drunk Tank Pink‘. Uscirà il 15 gennaio per Dead Oceans. Prodotto da James Ford dei Simian Mobile Disco (collaboratore storico degli Arctic Monkeys, ma al lavoro anche con Klaxons, Foals, Florence e Depeche Mode), è annunciato come “un grande balzo stilistico” rispetto all’esordio, tanto che il chitarrista Sean Coyle-Smith cita Talking Heads e la band funk-rock ESG come fonti di ispirazione. La nuova direzione è piuttosto udibile nel nuovo singolo ‘Water In The Well‘, che segue la già nota ‘Alphabet‘, più simile a quanto la band londinese ci ha fatto ascoltare in passato.


Giungerà invece addirittura al 20° album della sua carriera Ani DiFranco, che il 29 gennaio prossimo pubblicherà ‘Revolutionary Love‘, disco che sin dal titolo si propone “di portare l’energia dell’amore e della comprensione al centro dei nostri movimenti sociali e di farne la forza motrice“. Brad Cook, Phil Cook, Brevan Hampden, Matt Douglas e Yan Westerlund collaborano con la cantautrice americana che ha registrato le suo nuove canzoni a Durham (North Carolina). Sono già tre gli estratti condivisi da Ani, le già conosciuute ‘Do Or Die‘ e ‘Contagious‘ oltre alla nuovissima title-trackRevolutionary Love‘.


Nuova sortita solista per Chris Baio, che il 29 gennaio per Glassnote farà uscire ‘Dead Hand Control‘, suo sophomore senza i Vampire Weekend (di cui, ricordiamolo, è il bassista). Registrato durante gli ultimi 18 mesi tra Londra (allo Studio 13 di Damon Albarn) e Los Angeles, a detta del suo autore è un disco “ossessionato dalla morte, dai testamenti e dalla guerra nucleare” oltre che “ispirato dagli ultimi 5 anni della vita americana”. Degli 8 brani in scaletta, Baio ne ha condivisi già due: ‘Endless Me, Endlessly‘ e ‘What Do You Say When I’m Not There?‘.



Quinto LP in carriera per Tamara Lindeman alias The Weather Station: ‘Ignorance‘, questo il titolo del disco, arriverà il 5 febbraio via Next Door Records/Fat Possum. Anche per lei si tratta di una decisa sterzata stilistica rispetto al passato: “Ho realizzato quanta poca emozione ci fosse nel ritmo, e quanta di più se ne potesse trovare nel resto della musica, oltre a una maggiore libertà a livello vocale“. Tra le 11 tracce della scaletta ci sarà anche il nuovo singolo ‘Tried To Tell You‘, che segue l’altro estratto ‘Robber‘.


Chi, da quasi vent’anni, attende il secondo disco dei Postal Service è rimasto sempre deluso, ma tra qualche giorno si potrà consolare con il loro primo live-album: ‘Everything Will Change‘ uscirà il 4 dicembre, in tempo per diventare un regalo di Natale, e conterrà la parte audio del docu-film omonimo che riprese il tour della reunion del 2013. Due i brani già resi pubblici, i classiconi ‘The District Sleeps Tonight‘ e ‘Natural Anthem‘.



Lascia un commento


Indie-Rock.it è un blog personale ideato e redatto da Cristiano Gruppi.
È stato fondato a dicembre 2005 e 'ricondizionato' a febbraio 2018.
Intende trattare esclusivamente di rock alternativo internazionale.
NON si occupa, dunque, di artisti italiani.