Le news di oggi: Yo La Tengo, Loma, Lonely The Brave, Born Ruffians, Fenne Lily


Quella che vedete qui sopra è la copertina di un nuovo EP degli Yo La Tengo, ‘Sleepless Night‘, che uscirà il 9 ottobre prossimo per Matador Records. Si tratta di sei brani originariamente registrati per il catalogo introduttivo della retrospettiva sulla carriera dell’artista giapponese Yoshitomo Nara al Los Angeles County Museum of Art. Di Nara sono i disegni e le scritte della cover, così come suo è stato l’apporto per la scelta delle tracce in scaletta, di cui una sola (‘Bleeding‘) è un inedito della band di Haboken, mentre cinque sono rifacimenti di brani di Delmore Brothers, Bob Dylan, Ronnie Lane, Flying Machine e Byrds. Proprio da questi ultimi proviene il primo estratto, ‘Wasn’t Born To Follow‘.


Arriverà il 23 ottobre il nuovo album dei Loma, supergruppo formato da Emily Cross e Dan Duszynski dei Cross Record insieme a Jonathan Meiburg degli Shearwater. ‘Don’t Shy Away‘ uscirà per Sub Pop il 23 ottobre, e conterrà i due singoli sinora resi pubblici: ‘Ocotillo‘, condiviso qualche settimana fa, e il nuovo ‘Half Silences‘, “la prima canzone che abbiamo scritto per il disco e quella che abbiamo capito subito gli sarebbe appartenuta“.



Bisognerà invece attendere il 2021 per il nuovo LP dei Lonely The Brave. ‘The Hope List‘ verrà pubblicato il 22 gennaio da Easy Life Records, e nonostante l’annuncio ufficiale sia di oggi, si è già arrivati al terzo estratto. ‘Bound‘ e ‘Distant Light‘ infatti, condivise nei mesi scorsi, saranno entrambe nella scaletta del disco, così come il nuovo singolo ‘Open Door‘. “C’è stato un enorme cambiamento nella dinamica del gruppo“, afferma il chitarrista Mark Trotter. “È un’atmosfera completamente diversa da quella di prima. C’è una rinnovata energia e un nuovo focus. Tutto sembra molto positivo tra noi“.




Il prossimo 2 ottobre i Born Ruffians giungeranno al loro secondo album del 2020: si chiamerà ‘Squeeze‘ e seguirà di appena sei mesi ‘Juice‘. Le 10 composizioni della scaletta del nuovo lavoro della rockband canadese, in realtà, non sono state completamente composte quest’anno, ma erano state cominciate durante le sessioni di registrazione di ‘Uncle, Duke And The Chief‘ del 2018: “Avevamo quest’altra manciata di canzoni che volevamo completare, così siamo entrati in contatto con Graham Walsh degli Holy Fuck e abbiamo iniziato a lavorare su quelli che sarebbero poi diventati ‘Juice’ e ‘Squeeze’.” Le prime due anticipazioni del disco nuovo, diffuse ieri, si intitolano ‘30th Century War‘ e ‘Albatross‘.



Siamo da tempo in attesa del sophomore di Fenne Lily, ‘Breach‘. Arriverà il 18 settembre per Dead Oceans con 12 tracce in scaletta, di cui, complice anche lo spostamento causa lockdown, ne conosciamo ormai ben cinque. Ultima rivelazione in ordine di tempo è ‘Solipsism‘, che segue le già note ‘Berlin‘, ‘Alapathy‘, ‘To Be A Woman Pt. 2‘ e ‘Hypochondriac‘, e ne conferma l’approccio alt-rock molto Nineties. Come anticipato ieri, peraltro, la sua unica data italiana al Magnolia di Segrate (MI) è stata posticipata al 9 maggio 2021.


Lascia un commento


Indie-Rock.it è un blog personale ideato e redatto da Cristiano Gruppi.
È stato fondato a dicembre 2005 e 'ricondizionato' a febbraio 2018.
Intende trattare esclusivamente di rock alternativo internazionale.
NON si occupa, dunque, di artisti italiani.