Methyl Ethel: ‘Triage’ (4AD, 2019)

Genere: synth-pop | Uscita: 15 febbraio 2019

Jake Webb è un tipo metodico. Si chiude otto ore al giorno, dalle 9 del mattino alle 5 del pomeriggio, nello studio di registrazione della sua casa di Perth, Australia, cercando di tirare fuori la canzone perfetta: “Sono ossessionato da un sacco di teorie, essenzialmente cerco di capire le ragioni per cui alcune canzoni funzionino“, dice. Le sue hanno spesso e volentieri fatto centro, tanto che l’LP precedente, ‘Everything Is Forgotten‘, è stato nominato “miglior album indipendente australiano” del 2017.

Anche ‘Triage‘, sua terza fatica come Methyl Ethel, seguita a dare sfogo ai ghirigori melodici confezionati dal musicista Aussie, che questa volta ha fatto tutto da solo: scrittura, produzione ed esecuzione. E’ stato assistito soltanto al missaggio (avvenuto a Londra), e peraltro da una produttrice italiana, Marta Salogni. In fase di progettazione delle nove tracce in scaletta, Jake si era principalmente dato due obbiettivi: “espandere queste canzoni più attraverso la composizione che il volume” e “scrivere di emozioni astratte che siano allo stesso tempo anche ultra-personali“.

Entrambi gli intenti sono stati raggiunti, attraverso arrangiamenti che si servono molto di sintetizzatori e in generale richiamano ampiamente gli anni ’80, con più new wave che psichedelia. Il risultato è un meticcio di generi ma anche di attitudini: c’è spazio per ballare, per riflettere e per intenerirsi. Ci sono soprattutto ottime canzoni, orecchiabili ma non semplici, ariose e allo stesso tempo introspettive, che danno conferma della personalità e del talento di cantautore di Webb: l’opener ‘Ruiner‘, il singolo ‘Scream Whole‘, due ballate molto comunicative come ‘All The Elements‘ e ‘Real Tight‘. Non guasta che il tutto sia cantato bene e interpretato con grande partecipazione. ‘Triage‘ è dunque un bell’album, e soprattutto un disco che offre una diversa prospettiva su come fare musica pop con le tastiere elettroniche nel 2019.

VOTO: 🙂



Precedente Le uscite della settimana: Julia Jacklin, Desperate Journalist, Sleaford Mods... Successivo Festivalnews: Pukkelpop, Electric Fields, Southside, Vida, All Points East

Lascia un commento