Nuova musica: Dry Cleaning, Saint Etienne, Grouper, Boy Scout, Ada Lea


Ci sono pochi dubbi sul fatto che ‘New Long Leg‘, l’album d’esordio dei Dry Cleaning, sia uno dei migliori dischi usciti quest’anno. La band inglese non ha però finito di proporre nuove canzoni, e nello specifico oggi ne ha condivise altre due: si tratta di ‘Bug Eggs‘ e ‘Tony Speaks!‘ che insieme compongono un singolo dal doppio lato A edito anch’esso dalla 4AD. La seconda, in particolare, è stata scritta dopo la vittoria dei conservatori alle elezioni nel Regno Unito del 2019, non ponendosi molto ottimisticamente nei confronti del futuro del paese e, più in generale, del mondo intero.



Al contrario, “sarà un concept-album sull’ottimismo“, oltre che “sulla nostalgia e sugli anni ’90” il nuovo LP dei Saint Etienne, decimo della loro lunga carriera. ‘I’ve Been Trying To Tell You‘ uscirà il 10 settembre per Heavenly Recordings insieme a un film con lo stesso titolo diretto dal fotografo Alasdair McLellan. Registrato in smart-working tra Hove, Oxford e Bradford, conterrà 8 tracce tra cui il singolo ‘Pond House‘, in cui è udibile il lavoro sui sample effettuato in produzione.


Sebbene totalmente inedito, è composto da musica scritta e registrata lungo gli ultimi 15 anni il nuovo album di Grouper aka Liz Harris. Si chiamerà ‘Shade‘ e uscirà il 22 ottobre per Kranky Records. Nove le tracce in tracklist, tra cui un primo estratto intitolato ‘Unclean Mind‘, un brano lo-fi e acustico nel classico stile della cantautrice americana.


Sempre a ottobre, ma il 1°, tornerà a farsi sentire anche Taylor Vick in arte Boy Scouts, pubblicando ‘Wayfinder‘, suo secondo LP per la Anti- (dopo ‘Free Company‘ del 2019) nonché quarto in carriera. ‘That’s Life Honey‘, il primo singolo, “è una canzone sul trovare del buono in una situazione schifosa“.


Dopo un bel disco come ‘What We Say In Private‘ (2019), attendiamo buone nuove anche da Ada Lea, che il 24 settembre pubblicherà il suo nuovo album intitolato ‘One Hand On The Steering Wheel The Other Sewing A Garden‘. Qualche settimana fa il disco era già stato anticipato dal singolo ‘Hurt‘, oggi è la volta di un’altra canzone denominata ‘Damn‘. La press-release della Saddle Creek lo descrive così: “Da una parte una collezione di canzoni pop/folk catartiche e flemmatiche, e dall’altra un libro di storie di vita cittadina che fanno sussultare il cuore“. Registrato e ambientato a Montreal, prende spunto proprio dalle esperienze di vita della cantautrice nella sua città natale.


Lascia un commento