Porridge Radio: ‘Waterslide, Diving Board, Ladder To The Sky’ (Secretly Canadian, 2022)

Genere: alternative-rock | Uscita: 20 maggio 2022

Sebbene fosse uscito in precisa concomitanza con il primo lockdown, ‘Every Bad‘ era riuscito comunque a dirottare l’attenzione sui Porridge Radio. Nonostante il quartetto di Brighton avesse in curriculum una serie di pubblicazioni più o meno autoprodotte a partire dal 2015, l’esordio su Secretly Canadian di due anni fa può essere considerato il loro vero e proprio debutto in società, tanto riuscito da portare Dana Margolin e compagni alla shortlist del Mercury Prize 2020. Davvero un peccato non averlo potuto ascoltare live, soprattutto perché, sia a livello sonoro che compositivo, era pieno di canzoni estremamente adatte ad essere suonate dal vivo.

Waterslide, Diving Board, Ladder To The Sky‘, seguito che potrebbe benissimo esserne un’appendice, prosegue sulla stessa traccia musicale, lasciando il primo piano alla voce e alla chitarra della frontwoman, ingaggiando le stesse dinamiche emozionali, ma perfezionandosi sia dal punto di vista della scrittura che della produzione, a partire da un più efficace utilizzo delle tastiere. La lunga gavetta del gruppo inglese aveva potuto mostrare una band pronta già 26 mesi or sono; in quest’ultimo biennio Dana ha potuto rifinire alcuni dettagli che la ripropongono, sostanzialmente, come una songwriter più matura e versatile. Per esempio, non la si sente sempre urlare in questo disco. Lo fa ancora (‘Back To Radio‘, ‘Birthday Party‘, ‘U Can Be Happy If U Want To‘, ‘Splintered‘), ma mette in mostra un lucente lato melodico (‘Trying‘, ‘Rotten‘, ‘The Rip‘, la title-track) che in ‘Every Bad‘ non era apparso così a fuoco.

Siamo dunque di fronte a un degnissimo successore, ma anche a una riuscita evoluzione dell’ottimo lavoro del 2020. ‘Waterslide, Diving Board, Ladder To The Sky‘ è altrettanto bello, altrettanto intenso, altrettanto ricco di singalong che, finalmente, potranno essere messi concretamene in atto nei prossimi concerti (ce ne saranno quattro anche in Italia). Chi da qualche tempo segue con passione e devozione i Porridge Radio non potrà che essere nuovamente e pienamente soddisfatto di queste dodici nuove tracce, ancor più idonee a far guadagnare nuovi, meritati seguaci a un culto che ha tutte le carte in regola per generalizzarsi.

VOTO: 😀



Lascia un commento