Le news di oggi: Frightened Rabbit (RIP Scott), Moses Sumney, Danko Jones, Magic Numbers, Prophets Of Rage

Come potete leggere dal comunicato diffuso sul profilo Facebook dei Frightened Rabbit, quelli che l’altro ieri erano solo timori si sono purtroppo rivelati realtà. Il leader del gruppo Scott Hutchison si è tolto la vita a soli 36 anni. Il corpo è stato rinvenuto ieri alle 8:30 di sera nei pressi del Queensferry Crossing, un lungo ponte che attraversa l’estuario del fiume Forth vicino Edimburgo. Il cantautore scozzese soffriva di depressione, e il fratello Grant, anche lui nei Frightened Rabbit, aveva i giorni scorsi lanciato diversi appelli seguenti la sua scomparsa. Attiva dal 2003, la band di Glasgow aveva realizzato cinque album di cui l’ultimo, ‘Painting Of A Panic Attack‘, è uscito nel 2016. Diversi gli attestati di cordoglio tra cui quelli della quasi totalità della scena scozzese (Belle & Sebastian, Franz Ferdinand, Mogwai). Molto sentiti i ricordi di Aaron Dessner dei National e di Frank Turner. Personalmente i Frightened Rabbit li abbiamo sempre considerati una band estremamente sottovalutata, e troviamo che il miglior tributo a Scott sia ascoltare questa bellissima canzone; che Scott possa continuare a nuotare in quel fiume finché non avvisterà terra.


Altri annunci per il TRIP Music Festival di Milano, soprattutto Moses Sumney che si esibirà alla Triennale di Milano martedì 26 giugno. Un’edizione decisamente world quella di quest’anno: il 29 giugno sarà invece il turno di Dobet Gnahoré, il 1° luglio di Konono N.1, Alva Noto si esibirà il 17 luglio, Nishat Kahn il 19 luglio.


Torneranno in Italia anche i Danko Jones: la rockband canadese sarà giovedì 29 novembre 2018 al Legend Club di Milano, venerdì 30 all’Orion Club di Ciampino (RM) e sabato 1 dicembre al Rock Planet di Pinarella di Cervia (RA). Biglietti in prevendita da lunedì a 20 euro più diritti e commissioni, 25 euro netti il prezzo all’ingresso.


A sorpresa è stato pubblicato oggi il nuovo album dei Magic Numbers. Si intitola ‘Outsiders‘ ed è stato registrato a Eastbourne (Inghilterra) con il produttore Dave Izumi. Il chitarrista Romeo Stodart cita tra le influenze delle nuove canzoni Bo Diddley, Howlin’ Wolf, T. Rex e David Bowie.


Cambia location il concerto milanese dei Prophets Of Rage: dall’Ippodromo di San Siro è stato spostato al Fabrique. I biglietti già acquistati rimangono validi, chi li volesse acquistare lo può fare su Ticketone e Ticketmaster al prezzo di 40 euro più diritti e commissioni di prevendita.


 

Precedente Le uscite della settimana: Arctic Monkeys, Beach House, The Sea And Cake, Mark Kozelek... Successivo Belly: 'Dove' (autoproduzione, 2018)

Lascia un commento

*