Boygenius: ‘Boygenius’ EP (Matador, 2018)

Genere: indie-folk/rock | Uscita: 26 ottobre 2018

Per chi mastica di calcio, è come se Saul, Rabiot e Milinkovic-Savic, ovvero tre dei più talentuosi centrocampisti emergenti, andassero a giocare nella mediana della stessa squadra. E’ un paragone che serve a dare l’idea di cosa possono essere (e diventare) le Boygenius, vale a dire l’unione delle tre più promettenti cantautrici indie-folk americane, Phoebe Bridgers, Lucy Dacus e Julien Baker, così come i succitati calciatori nate tutte e tre tra il ’94 e il ’95.

L’idea di “squadra”, peraltro, non è poi così distante dalla costituzione di questo super-gruppo under 24, nato prima di tutto dalla solida amicizia di tre ragazze che si sono trovate a condividere molto sia a livello musicale che personale: ognuna di esse con due album alle spalle, di cui il secondo ha fatto esponenzialmente crescere l’attenzione nei propri confronti. E’ stata Julien ad avere l’idea di una band comune, quando Lucy e Phoebe neanche si conoscevano. Idea che è evidentemente piaciuta, tanto che le tre sono andate in tour insieme, decidendo per l’occasione di registrare un singolo. La fase di scrittura di quelle che dovevano essere due canzoni è andata così bene che sono diventate sei, entrate tutte a far parte di questo EP.

Come spesso succede quando i progetti nascono da una produttiva armonizzazione di tre differenti personalità, il risultato che ne consegue è ampiamente sopra la media. Oltre alla bontà melodica delle composizioni, già ravvisata nei rispettivi lavori solisti, l’incrocio di voci e chitarre eleva questo EP al di sopra della media di un genere discograficamente molto affollato. Esemplificazione di efficace teamwork sono brani come ‘Bite The Hand‘, ‘Stay Down‘ e ‘Salt In The Wound‘, e la loro progressiva stratificazione che li conduce a un tripudio sonoro davvero rimarchevole. Anche in questo caso è la brevità l’unico limite di questo disco, e anche in questo caso l’augurio è che la collaborazione venga estesa a più minuti e più canzoni, perché le Boygenius hanno tutte le carte in regola per vincere la loro, di coppa dei campioni.

VOTO: 🙂



Precedente Le uscite del mese: novembre 2018 Successivo Le news di oggi: Lemonheads, Specials, Kiss, Balthazar, Japanese House, Say Sue Me

Lascia un commento