Live update: Slipknot, Kaki King, Tricky, Kid Francescoli, Lauren Ruth Ward, Jacob Lee


Un po’ di aggiornamenti a proposito della tanto agognata musica dal vivo. Cominciamo con gli Slipknot, che hanno aggiunto al calendario dei concerti una nuova data: disposizioni sanitarie permettendo, si esibiranno martedì 27 luglio al Castello Scaligero di Villafranca di Verona. Non sono ancora stati comunicati i prezzi dei biglietti, che saranno in prevendita su Vivaticket, Ticketmaster e Ticketone da dopodomani.


Rinviato da aprile a settembre il tour italiano di Kaki King: la musicista americana sarà martedì 28 al Bravo Caffè di Bologna (biglietti 25 euro più diritti e commissioni di prevendita), mercoledì 29 al Largo di Roma (13 euro + d.p.), giovedì 30 alla Santeria di Milano (17 euro + d.p.) e venerdì 1 ottobre allo Studio Foce di Lugano.


Si sposta anche l’unica data nel nostro paese di Tricky: non più il 27 febbraio, bensì giovedì 18 novembre, sempre ai Magazzini Generali di Milano. Biglietti sempre in prevendita su Dice a 28,75 euro tutto compreso, quelli già acquistati rimangono validi.


Subiscono un nuovo rinvio anche i due concerti italiani di Kid Francescoli: il musicista francese sarà al Lergo di Roma e al Magnolia di Segrate (MI) rispettivamente sabato 9 e domenica 10 ottobre 2021. Anche in questo caso i biglietti già acquistati restano validi.


Sarà ottobre 2021 anche il mese per i due appuntamenti con Lauren Ruth Ward: la cantautrice di Baltimora si esibirà mercoledì 27 al Freakout di Bologna e giovedì 28 al Pippo Stage di Bolzano. Ancora da definire il costo degli ingressi.


Non si terrà più il 3 marzo, bensì lunedì 11 ottobre, il live di Jacob Lee al Legend di Milano. In questo caso i biglietti costano 10 euro più diritti e commissioni di prevendita e sono disponibili su Mailticket.


Lascia un commento


Indie-Rock.it è un blog personale ideato e redatto da Cristiano Gruppi.
È stato fondato a dicembre 2005 e 'ricondizionato' a febbraio 2018.
Intende trattare esclusivamente di rock alternativo internazionale.
NON si occupa, dunque, di artisti italiani.