Le news di oggi: The Chills, Avey Tare, Nine Inch Nails, Swim Deep, Richard Swift (RIP)

Nel 2015, i Chills erano tornati a pubblicare un album dopo un’attesa durata 19 anni. La band neozelandese replicherà a distanza di soli tre con ‘Snow Bound‘, programmato per il 14 settembre. La press-release parla di assonanza con REM, Go-Betweens e Guided By Voices per i primi due estratti resi pubblici, intitolati ‘Complex‘ e ‘Lord Of All I Survey‘.


E’ uscito oggi sulle piattaforme streaming un nuovo EP di Avey Tare, che il 7 settembre avrà la versione fisica. ‘Essence Of Eucalyptus‘, contiene remix di brani contenuti nell’LP dello scorso anno. Caratteristica principale del lavoro è che ogni membro degli Animal Collective ha realizzato la propria rivisitazione di una traccia dell’album: Geologist si è preso ‘When Your Left Me‘, Panda Bear ha rifatto ‘Melody Unfair‘ e Deakin si è cimentato in ‘Ms. Secret‘. Avey invece si è occupato di ‘PJ‘ e ‘DR Aw One For J‘, condensate in una versione live.


Sarà ‘Waves‘ il prossimo film per cui l’attuale line-up dei Nine Inch Nails, ovvero Trent Reznor e Atticus Ross, realizzerà la colonna sonora. Diretto da Trey Edward Shults, è una sorta di moderno musical con protagonisti due coppie di adolescenti. Tra i protagonisti, Lucas Hedges e Sterling K. Brown.


Sono tornati al lavoro gli Swim Deep, che con una nuova line-up si sono messi a comporre nuova musica. Lo ha affermato la stessa band con un post su Instagram, nel quale si conferma anche che Tom ‘Higgy’ Higgins e Zack Robinson non fanno più parte del gruppo. Non ci sono ancora tempistiche ufficiali per quello che sarà il loro terzo album in carriera.


E’ scomparso a soli 41 anni Richard Swift. Già componente degli Shins nonché frequente collaboratore di Dan Auerbach sia nei Black Keys che negli Arcs, aveva anche realizzato alcuni album da solista. Era in ospedale da qualche settimana per un male che si è rivelato incurabile, sebbene lo scorso mese fosse stata lanciata una raccolta di fondi per fornirgli l’assistenza medica adeguata. Proprio Auerbach lo ha voluto ricordare definendolo “il più talentuoso musicista che io abbia mai conosciuto“.


Precedente L'italiano del mese: Belize, 'Graffiti' (Ghost, 2018) Successivo Florence And The Machine: 'High As Hope' (Virgin EMI, 2018)

Lascia un commento

*