Le news di oggi: Foals, Who, PUP, Bombay Bicycle Club, Killers

Si torna a parlare di Foals perché un nuovo teaser (diretto da Albert Moya), oltre a confermare l’esistenza di due album di prossima uscita, ha rivelato i rispettivi periodi di pubblicazione: se per la ‘Part 1‘ di ‘Everything Not Saved Will Be Lost‘ c’è una data precisa, il prossimo 8 marzo, per la ‘Part 2‘ bisognerà attendere sino ad autunno 2019.


Anche per gli Who il 2019 porterà nuova musica, più precisamente un nuovo LP, che arriverà a 13 anni di distanza dall’ultimo (‘Endless Wire‘, 2006). Lo ha annunciato una nota della band, che contestualmente ha comunicate le date in Nord America di maggio e settembre.


Per il nuovo lavoro dei canadesi PUP (acronimo di “Pathetic Use of Potential“) ci sono decisamente più dettagli: il loro terzo LP in carriera si intitolerà ‘Morbid Stuff‘ e uscirà il 5 aprile. E’ stato registrato agli Union Sound Company di Toronto con Dave Schiffman e Darren McGill alla produzione. Schiffman ha lavorato anche ai due precedenti album della punk-rockband, ‘PUP‘ del 2013 e il bellissimo ‘The Dream Is Over‘ del 2016. Primo estratto è un brano di nome ‘Kids’.


Potrebbero tornare presto a farsi sentire anche i Bombay Bicycle Club, che hanno condiviso un breve video in cui sembrano essere in una sala prove. Il titolo “Some exciting news from us” lascia poco spazio all’immaginazione, e potrebbe dunque essere la volta buona per il successore di ‘So Long, See You Tomorrow‘ del 2014.


I Killers hanno dal canto loro reso pubblica una nuova canzone, decisamente critica verso l’attuale presidenza americana. Per diffondere ‘Land Of The Free‘ si è mosso anche Spike Lee, che ne ha girato il video nelle zone di confine con il Messico interessate alla realizzazione del famigerato ‘muro’. Prodotta da Jacknife Lee, ospita un coro gospel, genere del quale si propone evidentemente di interpretare lo spirito delle origini.