Le news di oggi: Kevin Morby, Finn Andrews, Bibio, Hatchie, Glen Hansard

Alla moda di posare a petto nudo con un fisico tutt’altro che scultoreo non ha resistito neanche Kevin Morby, così immortalato sulla copertina del suo nuovo album, ‘Oh My God‘, in uscita il 26 aprile per Dead Oceans. La nota stampa lo definisce “il suo primo vero e proprio concept dedicato ad un tema immortale, quello dell’anima“. Lui rilancia: “è il disco che giustifica l’aver dormito su pavimenti per sette anni“. Primo estratto è una canzone intitolata ‘No Halo‘.


Vi ricordate i Veils? Il leader del gruppo, Finn Andrews, pubblicherà a breve il suo esordio da solista: si chiama ‘One Piece At A Time‘ e arriverà via Nettwerk il prossimo 15 marzo. Registrato in presa diretta ad Auckland (“avevo bisogno di lasciare Londra“, dice il cantautore neozelandese) con l’aiuto di Tom Healy alla produzione, il disco è descritto dal suo autore come “più autobiografico di quanto volessi. E’ un disco che ha segnato un cambiamento in me, mi ha portato altrove“. Sono già tre i singoli estratti: ‘A Shot Through The Heart (Then Down In The Flames)‘, ‘Stairs To The Roof‘ e la più recente ‘One By The Venom‘.


Stephen Wilkinson in arte Bibio, dal canto suo, tornerà con un nuovo LP il 12 aprile, quando via Warp uscirà ‘Ribbons‘. La nota stampa afferma che il musicista inglese “ritorna sulle tracce del cantautorato strutturato esplorato precedentemente in ‘A Mineral Love’ del 2016“, ispirato da “acid folk della sua terra, armonie sognanti della sua controparte californiana“, ma anche da “J Dilla e Madlib e dagli album che questi hanno campionato, come Dionne Warwick, Dee Dee Sharp e altri artisti soul“. Primo singolo è una canzone chiamata ‘Curls‘.


Un disco di debutto da tenere d’occhio sarà quello di una giovane cantautrice australiana di nome Hatchie: il 21 giugno per Heavenly Recordings pubblicherà ‘Keepsake‘, descritto dalla press-release come “un’avventura esplorativa che passa dall’industrial alle soffuse sfumature del pop attraverso la new wave con una raffinata eleganza e una pura, energica sensibilità.” Primo brano ad essere reso noto è l’interessante ‘Without A Blush‘.


Oltre alle due date in supporto di Eddie Vedder (15 giugno a Firenze Rocks, 17 giugno al Collisioni Festival di Barolo), Glen Hansard ne avrà anche una da headliner: venerdì 26 luglio si esibirà infatti all’Anfiteatro del Vittoriale di Gardone Riviera (BS), all’interno della rassegna ‘Tener-A-Mente‘. I biglietti vanno da 25 a 35 euro (più diritti e commissioni di prevendita) a seconda della postazione, e saranno disponibili a breve sul sito della location, Anfiteatrodelvittoriale.it.