Perfume Genius: ‘Set My Heart On Fire Immediately’ (Matador, 2020)

Genere: art-pop | Uscita: 15 maggio 2020

8.2, 8.4, 8.5, 8.8, 9.0: sono le votazioni date da Pitchfork ai cinque album che compongono la discografia di Mike Hadreas in arte Perfume Genius. Non che la celebre webzine musicale abbia il dono dell’infallibilità di giudizio, ma l’incremento numerico è in questo caso fortemente rappresentativo della continuità palesata dal cantautore americano, al quinto LP di un carriera ormai decennale.

Il titolo del disco, ‘Set My Heart On Fire Immediately‘, e i muscoli mostrati nella foto di copertina sono piuttosto indicativi di una rinnovata energia, in parte incanalata nella passione per la danza: il video di ‘Describe‘ e un brano intitolato ‘On The Floor‘ sono evidenti conseguenze della collaborazione dello scorso anno con la coreografa Kate Wallich, per una pièce intitolata ‘The Sun Still Burns Here‘. A contribuire alla vivacità e alla sicumera delle nuove canzoni di Mike c’è probabilmente anche il trasferimento dalla grigia New York alla solare California, e certamente la backing-band messa in piedi insieme a un produttore in stato di grazia come Blake Mills: oltre al compagno Alan Wyffels, gente come Jim Keltner, Matt Chamberlain e Pino Palladino, che abitualmente suona con mostri sacri del calibro di Bruce Springsteen, Eric Clapton ed Elton John.

In realtà, ‘Set My Heart On Fire Immediately‘ non è tutto frizzi e lazzi: c’è estrema varietà nelle 13 tracce in scaletta, compreso il Perfume Genius nella sua versione più riconoscibile, quella dell’etereo falsetto (‘Moonbend, ‘One More Try‘), che in ‘Jason‘ fornisce una delle migliori prove di sé in assoluto. In questo disco però Hadreas si è voluto dare nuove dimensioni, inserendovi due dei brani più pop che abbia mai scritto: la concisa ‘Without You‘ e la succitata ‘On The Floor‘, talmente solare da poter concorrere a canzone dell’estate. Anche in questo caso ci si trova al cospetto di due eccellenze, così come per un’altra coppia di mezzi capolavori, tanto elettrici da sfiorare lo shoegaze, come ‘Describe‘ e ‘Nothing At All‘. Analogo livello per l’electro-chamber-pop di ‘Your Body Changes Everything‘, musicalmente il pezzo meno stereotipato del lotto, e per la meravigliosa ‘Some Dream‘, capace di unire due delle tantissime anime emerse in quest’opera.

E’ vero, si fa fatica a trovare un nesso sonoro nelle composizioni di ‘Set My Heart On Fire Immediately‘, ma è proprio la capacità di fare tante cose diverse così bene il tratto distintivo di un disco che è una continua sorpresa: sia perché imprevedibile, sia perché composto, suonato, arrangiato e interpretato in maniera eccellente. E’ il definitivo salto di qualità per Perfume Genius: l’approdo al 9-punto-qualcosa ci sta tutto.

VOTO: 😀



Lascia un commento


Indie-Rock.it è un blog personale ideato e redatto da Cristiano Gruppi.
È stato fondato a dicembre 2005 e 'ricondizionato' a febbraio 2018.
Intende trattare esclusivamente di rock alternativo internazionale.
NON si occupa, dunque, di artisti italiani.