Le news del weekend: Pearl Jam, Juanita Stein, Creeper, Flaming Lips, Andy Shauf


Con il riposizionamento temporale dell’intero tour europeo dei Pearl Jam, trova un nuovo posto in calendario anche l’unico concerto italiano di Eddie Vedder e soci, quello originariamente previsto per il 5 luglio 2020 con addirittura i Pixies in apertura. Lo show si terrà sabato 26 giugno 2020, sempre all’Autodromo di Imola, con entrambe le band confermate e i biglietti già acquistati che rimangono validi. Chi non lo avesse ancora fatto può andare su Ticketone o Ticketmaster, su quest’ultimo portale gli ingressi in prevendita costano (tutto compreso) 84,08 o 96,28 euro a seconda della postazione scelta.


Saranno recuperati l’anno prossimo anche le sei date che i Van Der Graaf Generator dovevano tenere in Italia tra settembre e ottobre 2020. I pionieri del prog saranno lunedì 6 settembre 2021 a Genova al Politeama Genovese, martedì 8 a Milano al Teatro Nazionale, venerdì 10 a Padova al Gran Teatro Geox, sabato 11 a Brescia al Gran Teatro Morato, lunedì 13 a Roma nella Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica e martedì 14 a Bologna al Teatro Celebrazioni. Anche in questo caso i vecchi biglietti rimangono validi, qui il dettaglio dei prezzi per chi non li avesse ancora acquistati.


C’è un nuovo album solista per la frontwoman degli Howling Bells Juanita Stein: si intitola ‘Snapshot‘ e uscirà il prossimo 2 ottobre per Nude Records. Si tratta del terzo LP solista per la musicista australiana, tutti pubblicati dopo che l’attività della sua band principale è stata sostanzialmente interrotta. Il disco è stato registrato all’Agricultural Audio Studio vicino Brighton, dove Juanita vive da qualche tempo, sotto la produzione di Ben Hillier. A influenzarlo pesantemente è stata la recente scomparsa del padre; l’elaborazione del lutto è stata condivisa col fratello Joel, chitarrista anche degli Howling Bells, che ha suonato in tutte le canzoni. Primo estratto è la title-trackSnapshot‘.


Nuovo LP anche per i Creeper, per il quale non manca molto: meno di una settimana. L’annuncio che ‘Sex, Death & The Infinite Void‘ uscirà venerdì prossimo 31 luglio è però arrivato solo un paio di giorni fa, dopo il posticipo causa lockdown. Contestualmente, è stato condiviso il singolo ‘Poisoned Heart‘, brano che il frontman Will Gould dice essere “ispirato da Nick Cave e Leonard Cohen in combinazione con una sensibilità country“. Il sophomore della band inglese era già stato anticipato da altri tre singoli: ‘Born Cold’, ‘All My Friends’ e ‘Be My End’.


Le sessioni di registrazione dell’ottimo ‘The Neon Skyline‘, il più recente album di Andy Shauf, non avevano prodotto solamente le canzoni presenti in scaletta. In particolare, ce n’erano un paio che, anche per la scelta di un diverso arrangiamento, non erano riuscite a entrarvi, ma che il cantautore canadese si è sentito comunque di condividere. Si tratta di ‘Judy‘ e ‘Jeremy’s Wedding‘, che da un paio di giorni sono udibili a tutti sulle piattaforme streaming.



Ormai è noto che i Flaming Lips faranno uscire ‘American Head‘, il loro nuovo album di ballate psichedeliche, il prossimo 9 settembre. Una delle canzoni in scaletta, con un titolo molto freak come ‘You N’ Me Sellin’ Weed‘, è stata svelata venerdì. Si tratta del quarto estratto dal disco, dopo ‘Flowers Of Neptune 6‘, ‘My Religion Is You‘ e ‘Dinosaurs On The Mountain‘.


Lascia un commento


Indie-Rock.it è un blog personale ideato e redatto da Cristiano Gruppi.
È stato fondato a dicembre 2005 e 'ricondizionato' a febbraio 2018.
Intende trattare esclusivamente di rock alternativo internazionale.
NON si occupa, dunque, di artisti italiani.