Le news di oggi: Unaltrofestival, Stephen Malkmus, Firenze Rocks, Rival Sons, Beirut

Una line-up quasi totalmente al femminile caratterizzerà l’edizione 2019 di Unaltrofestival, rassegna anche quest’anno in scena al Magnolia di Segrate (MI). Oltre alla già nota presenza di Anna Calvi in qualità di headliner, completeranno il cartellone l’ottima Julia Jacklin oltre all’emergente Jade Bird (il cui esordio esce proprio domani), ai francesi Videoclub e ai ‘nostri’ Eguenia Post Meridiem. I biglietti, disponibili sui circuiti Ticketmaster e Ticketone, costano 30 euro più diritti e commissioni di prevendita.


Si allarga anche la lista delle band che suoneranno sul palco di Firenze Rocks tra il 13 e il 16 giugno prossimi. Annunciate oggi le presenze di Fiend (giovedì 13 ), Amazons (sabato 15) e Balthazar (domenica 16). La ripartizione per giornata diventa cosi la seguente: Tool, Smashing Pumpkins, Dream Theater, Skindred, Badflower e Fiend si esibiranno il giovedi; Ed Sheeran, Snow Patrol, Zara Larsson e Matt Simons il venerdi; Eddie Vedder, Glen Hansard, Nothing But Thieves, Struts e Amazons il sabato e Cure, Sum 41, Editors e Balthazar la domenica.


Arriverà da solo, come è nel suo ultimo disco (‘Groove Denied‘, uscito a marzo), Stephen Malkmus, che venerdi 27 settembre sarà alla Santeria di Milano, unica data (almeno per il momento) nel nostro paese. I biglietti per il concerto dell’ex Pavement costano 25 euro più diritti e commissioni e sono in vendita su Diyticket.


Tornano in Italia anche i Rival Sons. Due le date per la rockband statunitense: mercoledì 17 luglio a Villa Ada a Roma e giovedì 18 al Pordenone Blues. Biglietti in prevendita su Ticketone, per la data friulana sono già disponili a 20 euro più diritti e commissioni.


Come molti di voi già sapranno, per motivi di salute è stato rinviato a sabato 12 ottobre il concerto di Beirut previsto per questa sera all’Alcatraz di Milano. I biglietti rimangono validi, ma si puo’ anche chiedere il rimborso.


Non era dunque solo un’esclusiva per il Record Store Day ‘King’s Mouth‘, album dei Flaming Lips legato a un’installazione artistica dello stesso Wayne Coyne (una gigantesca testa di metallo che accoglie gli spettatori al suo interno, dove parte uno show di luci a LED). Arriverà difatti in parecchi formati, tra cui pure lo streaming, il prossimo 19 luglio via Bella Union. Il primo estratto è un brano intitolato ‘All For The Life Of The City‘.